Se dovrai attraversare il deserto, non temere, Io sarò con te.

Se dovrai camminare nel fuoco, la sua fiamma non ti brucerà.

Seguirai la mia luce nella notte, sentirai la mia forza nel cammino,

io sono il tuo Dio, Signore.

Sono io che ti ho fatto e plasmato, ti ho chiamato per nome.

Io da sempre ti ho conosciuto e ti ho dato il mio amore.

Perché tu sei prezioso ai miei occhi, vali più del più grande dei tesori,

Io sarò con te dovunque andrai.

Non pensare alle cose di ieri, cose nuove fioriscono già,

aprirò nel deserto dei sentieri. Darò acqua nell’aridità,

perché tu sei prezioso ai miei occhi.

Io ti sarò accanto, sarò con te,

per tutto il tuo viaggio starò con te.

 

   

Ottobre con Maria


Il mese di Ottobre è dedicato al Santo Rosario e alle Missioni. Nei documenti del Concilio viene detto che il primo impegno della Chiesa è quello di evangelizzare. Se la Chiesa non fosse missionaria, non avrebbe motivo per esistere. Questo impegno di tutta la comunità cristiana è pure nostro. Ognuno di noi, in questi giorni sente l'invito di Gesù:" Andate in tutto il mondo, predicate il Vangelo a tutte le creature, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo". Nessun battezzato può sfuggire alla propria responsabilità di essere annunciatore del Vangelo, con la testimonianza, con la fede e con le opere.

Niente paura, non siamo soli in questo nostro cammino, abbiamo come aiuto l'esempio della Madonna. Il mese di Ottobre, come già il mese di Maggio, ci ricorda in modo particolare la preghiera del Rosario.
Perchè la preghiera è uno dei grandi mezzi per l'apostolato missionario. L'esortazione che Gesù rivolge agli apostoli: "Pregate sempre, senza mai stancarvi!", ci fa comprendere che ancora oggi non è possibile nessuna evangelizzazione senza il legame profondo con Dio:" Senza di me non potete fare nulla".

Rivolgiamo, quindi, al Signore preghiere di adorazione, anche per coloro che non lo conoscono e preghiere di supplica anche per coloro che non sperano in Lui, in tal modo il messaggio di Cristo raggiungerà tutti i popoli e tutte le nazioni della terra e vi sarà un solo ovile con un solo Pastore.

La prima domenica di Ottobre in tutte le Chiese si recita la "supplica alla Madonna di Pompei".
Lei che è la Regina delle Missioni...


Regina delle Missioni

Regina del Rosario, Madre delle Missioni, noi umilmente affidiamo alla pietà, alla potenza del tuo patrocinio, l'avvenire delle Missioni cattoliche. Con la docilità con cui hai accolto l'invito di Dio a divenire la Madre; per le umiliazioni che hai sofferto nella grotta della natività; per le lacrime versate all'inizio dell'apostolato di Gesù Cristo: per l'agonia della tua anima sotto la croce accanto alla preziosa vittima riparatrice renditi potente avvocata, perchè non siano compiuti invano il tuo sacrificio e quello del tuo amabile Figlio. Chiama operai nella vigna del Signore; guida il loro passo, consola le loro povertà; sostieni il loro coraggio, prepara il loro trionfo che è anche trionfo del nome di Madre e della gloria del tuo Figlio Gesù Cristo.
Allora ti chiameranno Beata tutte le genti come tu hai profetato. Noi vogliamo affrettare questo giorno di universale letizia e ti affidiamo con immensa fiducia la nostra devota preghiera e il sacrificio di tutti i giorni che tu ci vorrai concedere. Amen.
Alla Vergine di Pompei

Ricordati, o pietosissima Vergine del Rosario di Pompei, non essersi udito mai, che qualcuno dei tuoi devoti, il quale abbia col Rosario invocata la tua assi­stenza o implorato il tuo soccorso, sia rimasto abban­donato. Io, animato da tal confidenza, a te vengo, o Madre della Misericordia, Vergine delle Vergini, po­tente Regina delle Vittorie. Peccatore gemente, eccomi prostrato ai tuoi piedi: imploro pietà, ti chiedo grazia. Deh! non disprezzar le mie suppliche, o Madre del Verbo; ma per il tuo Santo Rosario, per la predilezio­ne che mostri al tuo Santuario di Pompei, benigna ascoltami ed esaudiscimi. Amen.

Si ripeta tre volte:
Nostra Signora del Santo Ro­sario di Pompei, prega per noi.
 

Papa Leone XIII nell'enciclica "Supremi apostolatus" , sottolinea vigorosamente la straordinaria efficacia della preghiera del  Santo Rosario, " recitata con animo puro e devoto, al fine di ottenere dal Padre celeste, in Cristo, per l'intercessione della Madre di Dio, la protezione contro i mali più gravi che possono minacciare la cristianità e la stessa umanità, e conseguire quindi i beni sommi della giustizia e della pace tra i singoli e tra i popoli".

La meditazione sui vari misteri è il compendio della storia della salvezza in quanto si riferisce alla redenzione del Cristo, con l'incarnazione, la passione, morte e risurrezione, e alla Chiesa, ministra della parola di Gesù e dei sacramenti.

Il Rosario è una devozione alla Madonna che ci porta a Gesù. E' un intreccio di lodi, di benedizioni e di gloria alla Madre misericordiosa, alla prediletta di Dio. Col Rosario ricordiamo a Maria l'altissima sua missione nell'essere parte viva nel mistero dell'incarnazione.

Il Rosario è la dolce preghiera che dona calma, pace, serenità all'anima. Alla Vergine benedetta rivolgiamo la nostra fervida preghiera affichè ci ascolti. Impariamo a santificare i momenti vuoti della nostra giornata, i ritagli di tempo, mentre camminiamo per la strada, durante il lavoro manuale, sbrigando le faccende domestiche.

Dio è vicino a quelle anime che pregano così.



Trovi altre preghiere rivolte a Maria seguendo questi links:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...