Se dovrai attraversare il deserto, non temere, Io sarò con te.

Se dovrai camminare nel fuoco, la sua fiamma non ti brucerà.

Seguirai la mia luce nella notte, sentirai la mia forza nel cammino,

io sono il tuo Dio, Signore.

Sono io che ti ho fatto e plasmato, ti ho chiamato per nome.

Io da sempre ti ho conosciuto e ti ho dato il mio amore.

Perché tu sei prezioso ai miei occhi, vali più del più grande dei tesori,

Io sarò con te dovunque andrai.

Non pensare alle cose di ieri, cose nuove fioriscono già,

aprirò nel deserto dei sentieri. Darò acqua nell’aridità,

perché tu sei prezioso ai miei occhi.

Io ti sarò accanto, sarò con te,

per tutto il tuo viaggio starò con te.

 

   

I Santi


Chi sono i Santi? I Santi, uomini e donne scelti da Dio, esempi di vita da seguire. I Santi…cosa dire? La nostra religione ne è piena. Li portiamo in processione, li preghiamo, chiediamo loro delle grazie, ma chi sono e perchè li teniamo in così gran considerazione?

Bene, al di là di quello che potete pensare, i Santi, sono persone come noi, sono nati come noi, e come noi hanno ricevuto il Battesimo del cristiano…
Forse non tutti sanno che al momento della nascita e quando riceviamo il Battesimo, diventiamo potenziali Santi. Dico potenziali perchè il Signore chiama ciascuno di noi alla santità, ma non tutti rispondiamo.

I Santi, riconosciuti dalla Chiesa, invece sono coloro che hanno risposto alla chiamata del Signore con un bel “SI”…Hanno seguito la strada che Gesù gli ha indicato, non erano perfetti, al contrario molti di essi erano degli “scalmanati”, vi ricordo San Francesco D’Assisi, ma si sono lasciati sedurre dalla voce del Signore, l’hanno accolta e lo hanno seguito.

Non crediate che sia cosa facile, il cammino dei Santi è ed è stato una continua salita, una montagna irta di ostacoli, sassi che feriscono i piedi, sentieri tortuosi, burroni.
E tutto questo perchè? Perchè innamorati del Signore e di Maria hanno sopportato tutto per loro amore. Hanno messo la loro vita al servizio degli altri annullando il proprio “IO” meritando così “L’AUREOLA”…e noi?

A noi non resta altro da fare che imitarli, essi ci sono di esempio, per questo ci sono stati dati.Non basta portarli in processione, ricoprirli di fiori, non penso sia questo il motivo della loro comparsa nel mondo, piuttosto dobbiamo emulare il loro comportamento, o almeno provarci per avvicinarci di più a Dio.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...