Se dovrai attraversare il deserto, non temere, Io sarò con te.

Se dovrai camminare nel fuoco, la sua fiamma non ti brucerà.

Seguirai la mia luce nella notte, sentirai la mia forza nel cammino,

io sono il tuo Dio, Signore.

Sono io che ti ho fatto e plasmato, ti ho chiamato per nome.

Io da sempre ti ho conosciuto e ti ho dato il mio amore.

Perché tu sei prezioso ai miei occhi, vali più del più grande dei tesori,

Io sarò con te dovunque andrai.

Non pensare alle cose di ieri, cose nuove fioriscono già,

aprirò nel deserto dei sentieri. Darò acqua nell’aridità,

perché tu sei prezioso ai miei occhi.

Io ti sarò accanto, sarò con te,

per tutto il tuo viaggio starò con te.

 

   

Vangelo del giorno 8 settembre 2014

Natività della Beata Vergine Maria, festa

Antifona d'ingresso
Celebriamo con gioia
la Natività della beata Vergine Maria:
da lei è sorto il sole di giustizia,
Cristo, nostro Dio.

Libro di Michea 5,1-4a.
Così dice il Signore:
«E tu, Betlemme di Efrata così piccola per essere fra i capoluoghi di Giuda, da te mi uscirà colui che deve essere il dominatore in Israele; le sue origini sono dall'antichità, dai giorni più remoti.
Perciò Dio li metterà in potere altrui fino a quando colei che deve partorire partorirà; e il resto dei tuoi fratelli ritornerà ai figli di Israele.
Egli starà là e pascerà con la forza del Signore, con la maestà del nome del Signore suo Dio. Abiteranno sicuri perché egli allora sarà grande fino agli estremi confini della terra
e tale sarà la pace».

Salmi 13(12),6.
Nella tua misericordia ho confidato.
Gioisca il mio cuore nella tua salvezza
e canti al Signore, che mi ha beneficato.

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 1,1-16.18-23.

Genealogia di Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo.
Abramo generò Isacco, Isacco generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuda e i suoi fratelli,
Giuda generò Fares e Zara da Tamar, Fares generò Esròm, Esròm generò Aram,
Aram generò Aminadàb, Aminadàb generò Naassòn, Naassòn generò Salmòn,
Salmòn generò Booz da Racab, Booz generò Obed da Rut, Obed generò Iesse,
Iesse generò il re Davide. Davide generò Salomone da quella che era stata la moglie di Urìa,
Salomone generò Roboamo, Roboamo generò Abìa, Abìa generò Asàf,
Asàf generò Giòsafat, Giòsafat generò Ioram, Ioram generò Ozia,
Ozia generò Ioatam, Ioatam generò Acaz, Acaz generò Ezechia,
Ezechia generò Manasse, Manasse generò Amos, Amos generò Giosia,
Giosia generò Ieconia e i suoi fratelli, al tempo della deportazione in Babilonia.
Dopo la deportazione in Babilonia, Ieconia generò Salatiel, Salatiel generò Zorobabèle,
Zorobabèle generò Abiùd, Abiùd generò Elìacim, Elìacim generò Azor,
Azor generò Sadoc, Sadoc generò Achim, Achim generò Eliùd,
Eliùd generò Eleàzar, Eleàzar generò Mattan, Mattan generò Giacobbe,
Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù chiamato Cristo.
Ecco come avvenne la nascita di Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo.
Giuseppe suo sposo, che era giusto e non voleva ripudiarla, decise di licenziarla in segreto.
Mentre però stava pensando a queste cose, ecco che gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa, perché quel che è generato in lei viene dallo Spirito Santo.
Essa partorirà un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati».
Tutto questo avvenne perché si adempisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta:
"Ecco, la vergine concepirà e partorirà un figlio che sarà chiamato Emmanuele", che significa "Dio con noi".


Meditazione del giorno
Beato Guerrico d'Igny (ca 1080-1157), abate cistercense
Discorso 2 sulla Natività di Maria ; SC 202, 473
 
« Maria, dalla quale è nato Gesù chiamato Cristo »
    Oggi, celebriamo la nascita della beata Vergine Madre dalla quale è nato colui che è la vita di tutti. Oggi è nata la Vergine da cui la salvezza di tutti ha voluto nascere, per dare la possibilità di rinascere alla vita a coloro che nascevano per morire. Oggi è nata la nostra nuova madre, che ha annientato la maledizione di Eva, nostra prima madre; così, per mezzo suo, ereditiamo ora la benedizione, noi che eravamo nati sotto l'antica maledizione dalla nostra prima madre. Sì, è proprio una madre nuova, colei che ha ridato giovinezza a figli invecchiati, colei che ha guarito il male della vecchiaia che si ereditava, come anche di tutte le altre forme di vecchiaia che gli si aggiungevano. Sì, è proprio una madre nuova, colei che partorisce mediante un prodigio mai visto, rimanendo vergine, colei che mette al mondo il creatore del mondo...

    Novità meravigliosa questa verginità feconda! Ma più meravigliosa ancora la novità del frutto da lei dato alla luce... Chiedi come una vergine ha generato il Salvatore? Come il fiore della vite diffonde il suo profumo. Molto tempo prima della nascita di Maria, lo Spirito che doveva abitare in lei... diceva nel suo nome: “Io come una vite, ho prodotto profumi graziosi” (Sir 24,17)... Come il fiore non viene alterato nel dare il suo profumo, così la purezza di Maria nel dare vita al Salvatore...

    E anche per te, se custodisci la perfezione della castità, non soltanto “esulterà il tuo cuore” (Sal 27,7), ma una santità che viene da Dio sboccerà in tutto il tuo essere. Il tuo sguardo non sarà più instabile né smarrito, bensì abbellito dal pudore...; tutta la tua persona sarà ornata dei fiori della grazia e della purezza. 




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...